Lenticchie in umido

2016-02-10
Lenticchie in umido - la cucina pugliese
  • Servings : Per 4 persone

Uno dei piatti tradizionali che si conosca? Le lenticchie!!! 

Le regioni maggior produttrici sono la Puglia, l’Abruzzo, il Lazio e la Campania.

La sua storia inizia già in tempi molto remoti:

alcune testimonianze dell’uso delle lenticchie si trovano anche nella Bibbia, ma non solo: nella tavole degli antichi romani e greci, non mancavano mai anche se venivano utilizzate principalmente dalle classi più povere, in virtù del loro potere nutritivo ed energetico. In particolar modo, essendo un alimento facilmente reperibile e poco costoso, specialmente nel Medioevo e in periodi di forti carestie quando il cibo scarseggiava, questo piatto sostituiva facilmente un pasto completo fornendo proteine e vitamine e migliorando anche le condizioni di salute e quindi la resistenza alle malattie.

Per questo sono un’ottima pietanza da preparare nei mesi più freddi e son deliziose anche se gustate da sole o se usate per arricchire minestre e zuppe!

Infatti il consumo delle lenticchie non dovrebbe limitarsi solamente alle festività di fine ed inizio anno, come il classico contorno per lo zampone o il cotechino, come la tradizione insegna, ma dovrebbe estendersi fino a divenire una sana abitudine almeno settimanale.

E poiLe lenticchie in umido son eccezionali! 🙂 Sia per il gusto ma anche per i loro benefici: sono uno dei legumi che fanno bene alla salute. Hanno una buona fonte di carboidrati complessi; sono molto ricche di ferro, fosforo, fibre e  sali minerale. Sono ideali contro l anemia e vitamine del gruppo B importanti per il buon funzionamento del sistema nervoso.

100 grammi di prodotto apportano 291 kcal. Sono costituite da circa il 51% di carboidrati, 23% di proteine, 14% di fibre, 1% di grassi e dal restante 11% di acqua.

E allora..ecco qui la ricetta delle lenticchie in umido (sapori agli aromi) …ricetta che appaga il palato e fa bene alla salute!!! 🙂

 

Ingredients

  • 300 g di lenticchie secche
  • acqua
  • 3/4 pomodori rossi
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 costa di sedano
  • 1 pizzico di pepe
  • 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  • 1 pizzico d sale

Method

Step 1

Per prima cosa, mettere in ammollo le lenticchie. Versare i legumi secchi in una capiente ciotola e coprire con abbondante acqua fredda. Lasciare le lenticchie in ammollo per almeno 10-12 ore, fino a quando avranno triplicato il loro volume.

Step 2

Il mattino successivo sciacquare le lenticchie in acqua fredda per rimuovere tutti gli elementi antinutrizionali contenuti nei semi (fitati), dunque metterle in una pentola capiente coprendole a filo con l'acqua e portare a bollore. Si raccomanda di controllare spesso le lenticchie durante la cottura.

Step 3

Nel frattempo sbucciate l'aglio ed unitelo alle lenticchie. Aggiungere la costa di sedato e tagliate i pomodori freschi o se non li avete vanno bene anche i pelati in pezzetti ed unite anch'essi alla pentola con le lenticchie.

Step 4

Mescolate per amalgamare gli ingredienti ed i sapori. Quando il pomodoro risulta disfatto e il brodo assume un colore uniforme, abbassare la fiamma e cuocere per un altro pò, mescolando di tanto in tanto.

Step 5

Eliminare l'aglio e tutti gli altri aromi quando le lenticchie saranno morbide, dopodichè aggiustare di sale e pepe, Trascorso il tempo di cottura le lenticchie dovranno essere belle tenere. Spegnere il fuoco e servire le lenticchie con un filo d'olio a crudo e...buon appetito... 🙂

Average Member Rating

(0 / 5)

0 5 0
Rate this recipe

0 people rated this recipe

Related Recipes:
  • Torta alle pesche - la cucina pugliese

    Torta alle pesche

  • Pasta al sugo con melanzane fritte - la cucina pugliese

    Pasta al sugo con melanzane fritte

  • Pasta piccantina - la cucina pugliese

    Pasta piccantina

  • Gnocchi con tonno e zucchine - la cucina pugliese

    Gnocchi con tonno e zucchine

  • Insalata di orzo con verdure - la cucina pugliese

    Insalata di orzo con verdure

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read more
error: Contenuto protetto da copyright !!