Loader

Le orecchiette pugliesi

By : | Commenti disabilitati su Le orecchiette pugliesi | On : 22 Febbraio, 2016 | Category : Le orecchiette pugliesi

Le orecchiette pugliesi - la cucina pugliese

Nonostante il tempo passi, molta gente va alla ricerca dei “vecchi sapori” e le ricette della nonna che sembravano ormai dimenticate nel cassetto del comò ora vengono esibite, da un pò di tempo a questa parte, come fatto di cultura, come argomento di storia, come segno di una civiltà, la civiltà contadina.

Eppure non sono lontani i tempi in cui la cucina era fatta essenzialmente di cose semplici ed umili. 

Ricordo bene da piccolina, come mia nonna si prendeva cura della sua cucina. Era la regina dei fornelli!

Mi insegnava davvero tante cose…con i modi più semplici ma i più belli e puri. Ricordo il suo modo di muoversi in quella cucina piccola ma accogliente, colorata e super profumata grazie ai suoi piatti deliziosi; e poi… il suo canticchiare mentre accendeva i fornelli: era bellissimo!!! Ma la cosa più bella era vederla mettere le mani in pasta…e creare!!!

La guardavo con i miei occhi da bambina sognante, a bocca aperta e lei ad ogni passo mi spiegava il procedimento.

Spesso e volentieri l’aiutavo. Mi ha insegnato davvero tante cose…soprattutto…LE ORECCHIETTE!

E già..mi divertivo davvero tanto! Era come un gioco per me 🙂 e quei ricordi rimarranno impressi dentro di me! 🙂 

E oggi, oggi che son cresciuta..grazie a lei ho imparato il buon cibo e soprattutto ho imparato che quelli erano e sono i veri valori.

Mangio di tutto anche grazie a lei, che mi ha insegnato l’importanza del cibo sano e vario.

E la pasta fatta in casa è la mia preferita! 🙂 Amo soprattutto le orecchiette!

 

 

 

Orecchiette - la cucina pugliese

Le Orecchiette nascono dall’antica tradizione culinaria pugliese. E proprio in Puglia vengono chiamate anche “strascinate“, perché, per tradizione, le massaie le trascinano ad una ad una sulla spianatoia con il pollice o utilizzando un particolare coltello con la punta arrotondata e senza manico chiamato “sferre“.

Sono uno dei piatti più rappresentativi della cucina pugliese, ma grazie alla loro bontà sono amate in tutta Italia.

La loro forma concava, dall’interno liscio e dall’esterno scanalato, le rende versatili e in grado di trattenere perfettamente il condimento rendendo ogni piatto unico e pieno di calore.

 

Orecchiette - la cucina pugliese

 

 In tutte le varianti, si realizzano utilizzando esclusivamente farina di grano duro, acqua e sale. 

In Puglia sono generalmente conosciute, oltre che con il nome di “strascinate” anche come recchie” o “recchietelle, in virtù della loro somiglianza a delle piccole orecchie, tuttavia possono assumere anche diversi nomi, a seconda delle dimensioni.

Infatti, quando sono di piccole dimensioni vengono chiamate “chianchierelle”, invece se più grandi prendono il nome di “pociacche”.
Anche il condimento può cambiare e, oltre al classico accostamento con le cime di rapa, è possibile gustarle anche con un semplice sugo di pomodoro, con spezzatino di carne, polpette o braciole.

 Che dire…una vera e propria prelibatezza!

Ritengo, in conclusione che, nonostante con l’avanzare della tecnologia abbiamo avuto modo di assistere alla creazione di impastatrice… nulla si può paragonare alla bellezza di usare le proprie mani e creare noi il proprio cibo, con il frutto della nostra voglia di imparare, di preparare. Questa è la vera soddisfazione!

Questa cosa dovrebbe non essere mai dimenticata perchè la soddisfazione di impastare con le proprie mani è ineguagliabile.

Nonostante il tempo passi, ringrazio mia nonna per avermi insegnato quelle sue “perle” preziose. Grazie a lei posso riassaporare quei sapori che mi riportano di sicuro a momenti felici della mia infanzia.

 

 

 

Share This Post!
Read more
error: Contenuto protetto da copyright !!